Virginia Woolf Project

ViWoP è nato per darti voce - ViWoP is born to give you voice

Categoria

Le storie di ViWoP

Le storie pubblicate da Virginia Woolf Project – ViWoP e inviate dalle nostre sorelle. Le nostre sorelle sono le donne che credono in questo progetto.

‘Non ci sono lavori da maschi’

A 9 anni, racconta Vincenza Russotto, Annina raccoglie l’uva, impara a guidare il carretto e capisce: ‘Non ci sono lavori da maschi’, bastano volontà e coraggio

“Le femmine sono schiave”

Il ‘nonno’ aveva alzato un muro perché altri non vedessero la moglie: “Le femmine sono schiave” è il monito della nonna alla nipote emancipata. Che non vuole versare sale sulle ferite.

Buone vacanze con le pillole di ViWoP

Per tutto agosto alcuni estratti delle vostre storie per il Virginia Woolf Project! Buone vacanze con le ‘pillole di ViWoP’

La coraggiosa trapezista

Lui è il demone, lei, piacevolmente pazza, è ‘La  coraggiosa trapezista’ che sfiora con le dita le proprie acrobazie del divenire. Italia 2020, quarantena.

4 passi per partecipare a Virginia Woolf Project

ViWoP è nato per darti voce! Scopri come partecipare al Virginia Woolf Project in 4 semplici passi raccontando la tua storia

Strega è la donna

L’alchimia giusta che trasforma un essere femminile in soprannaturale in ‘Strega è la donna’ di Ilaria Colasanti. Italia 2020

La scrivania in disordine

Da ‘figlia ingrata’ a donna passiva, con l’incubo delle vacanze estive, che cerca il riscatto: è ‘La scrivania in disordine’ narrata da Rita

La stanza per sé: diritto non prigione

Raffaelina Di Palma, nel ‘bilancio’ al femminile come madre, ricorda il monito di Woolf in “La stanza per sé: diritto non prigione”

Libere, ma solo in teoria

Ama leggere le foglie ma per sua madre è nata per perdere tempo. Le donne sono ‘Libere, ma solo in teoria’, scopre Annalisa Petronelli nella ricerca di sé. 

“Punto di sutura”

“Piccolo diario dei gesti consentiti” durante la quarantena e un femminile che esonda in “Punto di sutura” di Francesca Giannelli. Italia, maggio 2020.

© 2020 Virginia Woolf Project — Powered by WordPress

Tema di Anders NorenTorna su ↑