Virginia Woolf nel giugno del 1927 scrive una lettera appassionata all’amante Vita. L’attrice Federica Leuci la interpreta per il ciclo ‘Leggi sempre a mezzanotte’

Virginia Woolf a più di quarant’anni scopre la passione amorosa per una donna, Vita Sackville-West, la stessa che le ispirerà poi la figura di ‘Orlando’.
Le due scrittrici, entrambe sposate, si scambiano lettere sempre più appassionate in cui, scrive Nadia Fusini, critica letteraria e traduttrice, si può “inseguire il dove, il come, e il quando iniziò e prese corpo una relazione complessa di amore e amicizia e passione e piacere”.
L’attrice Federica Leuci fa dono al Virginia Woolf Project dell’interpretazione di alcune delle lettere scritte da Virginia a Vita che verranno condivise lo stesso giorno dell’anno in cui furono scritte.
Si tratta di un ‘assaggio’ tratto dall’appassionante libro, uscito nel 2019,  ‘Scrivi sempre a mezzanotte, Lettere d’amore e desiderio’  (Donzelli editore) in cui Elena Munafò ha curato una selezione inedita di 136 lettere che Virginia e Vita si scambiarono tra il 1922 e il 1941.  Le lettere di Virginia sono tradotte da Nadia Fusini, che cura il saggio introduttivo del volume.

Giugno 1927, Virginia a Vita “Molla il tuo uomo”


L’11 giugno Vita scrive all’amante che vorrebbe rubare la sua stessa auto, nel cuore della notte, e correre a tutta velocità fino a casa sua per restare con lei fino all’alba. 
Virginia (l’intestazione è ‘giugno 1927’) le risponde così:

“Senti qui Vita – molla il tuo uomo, e andiamo a Hampton Court, ceniamo sul fiume, passeggiamo nel parco al chiaro di luna e torniamo a casa tardi e ci beviamo una bottiglia di vino e ci sbronziamo, e ti dirò tutte le cose che ho in testa, milioni, miriadi – Non verranno fuori di giorno, solo al buio sul fiume. Pensaci. Molla il tuo uomo, ti dico, e vieni”.


Federica Leuci è nata a Chivasso l’1 giugno 1998. Dal 2017 studia Culture e Letterature del Mondo Moderno all’Università degli studi di Torino. Nel 2018 ha conseguito l’attestato in recitazione presso la Fondazione Teatro Nuovo Torino e attualmente collabora con la compagnia di teatro antico Hetairos. Suona il pianoforte e studia canto. Il suo blog: Arte Distratta-Non sono importanti le parole, ma le (distr)azioni


Invia la tua storia al Virginia Woolf Project qui
Home italiano – Home english